Io Tango Argentino La Mia Storia

Io Tango Argentino La Mia Storia

Io Tango Argentino La Mia Storia

Sono state scritte tante cose su di me eppure come tutto ciò che è genuino continuerò a nascondere un segreto… io sono una fronte che sfiora una guancia, un abbraccio caldo.

Sono gesti sensuali e controllati, sono sguardi seri, corpi allacciati ma mai del tutto vicini.. i miei piedi sono distanti ma i cuori, vicini.

Sono respiro, odore, profumo, sudore, capelli, vestiti svolazzanti, tacchi alti, scintillanti.

Sono fatto di equilibrio e destrezza, anima e carezza.

Dipingo la musica come i pennelli di un pittore.

Sono un uomo che guida, conduce una donna cercando di raggiungerla e proteggerla.

Sono una donna che segue e sul più bello si allontana quel tanto che basta per non far perdere il desiderio… sono sostegno reciproco, gioco d’intenti, comunicazione di corpi.

Io sono una possibilità infinita!

Sono un’ossessione, sono parte della vita come mangiare e dormire.

Sono erotico, appassionato, inquietante, malinconico, coinvolgo non solo il corpo ma anche l’anima.

Io sono l’ascolto, dell’altro.

Giro in senso antiorario da sempre e nessuno sa il perchè… come il cammino del sole dai tempi remoti i ballerini seguono questo percorso immortale che dona loro longevità.

Sono fatto di codici tramandati e non scritti, di segreti appena sussurrati, il mio stile è fatto di un tempo senza fine… sono la versione di tutta una vita condensata in tre minuti.

Sono un sentimento triste che si balla.

Nasco come ballo introverso, ballato tra uomini soli, poi danzato nei bassifondi di Buenos Aires a dieci centesimi il giro, compresa la dama.

L’immigrazione italiana impose gli organi e le fisarmoniche e con essi cominciai a piangere, a preparare la strada alle lettere lacrimose, alle elegie con cornuti e battone spiantate.

Sono stato denominato la guardia vieja (vecchia guardia); quando sono stato amato ho trovato la mia identità e mi sono liberato dall’etichetta di popolare per diventare nazionale, quel nazionale che ben presto si trasformerà in internazionale.

Negli anni ’20 ho vissuto un momento magico interrotto però nel 1930, da un colpo di stato, ma non mi sono arreso, negli anni ’40 sono stato considerato prerogativa della massa e per questo disprezzato dalla borghesia; fino all’avvento dell’“avanguardia” con Astor Piazzolla, quando sono rinato e sono stato amato di nuovo.

E oggi …sono ballato in tutto il mondo!

Le mie canzoni celebrano l’ombra del non detto, la malinconia di cose perse e lontane, le sfumature dell’indecisione come scelta.

Io sono Tango….tra un passo e l’altro…

Io Tango Argentino La Mia Storia Antica

corpi allacciati ma mai del tutto vicini…

Io Tango Argentino La Mia Storia
Io Tango Argentino La Mia Storia Moderna

Sono erotico, appassionato, inquietante…

Io Tango Argentino La Mia Storia
Io Tango Argentino La Mia Storia Coreografia

E oggi …sono ballato in tutto il mondo!

Io Tango Argentino La Mia Storia
Artetoiles Accademia di Tango Roma Marchio e Logo Invert

Iscriviti alla nostraNewsletter

Iscriviti per tenerti informato sulle ultime novità e offerte di Artétoiles Stelle Dell'Arte.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest