Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Mercoledi 20 Giugno 2018

La Scuola Artetoiles Tango e Francesca Argentino presentano:

Seminario Speciale con Pablo Veron e la collaborazione di Fabiana Fusaro.

A seguire visione del film Lezioni di Tango a 20 anni dalla sua uscita presso il Teatro If adiacente alla Sala Danza.

Quando vidi per la prima volta, circa 15 anni fa, il film “Lezioni di Tango” di Sally Potter, che ha reso famoso Pablo in tutto il mondo, io ero proprio all’inizio del mio percorso tanguero.

Ricordo come fosse ieri l’emozione di veder ballare un tango in riva alla Senna o un balletto di tip tap “improvvisato” in cucina con una maestrìa che all’epoca mi lasciò a bocca aperta.

Fotogramma Film Lezioni di Tango

Fotogramma dal Film Lezioni di Tango di Sally Potter

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale – The Tango Lesson – Sally Potter & Pablo Veron 5 – 1997 – VIDEO

Ricordo ancora il compiacimento nel vedere un passo a quattro composto da combinazioni e  intrecci tra i ballerini davvero magistrali.

La performance di Pablo nel film è tra le più belle esibizioni di tango di sempre.

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale – The Tango Lesson – Libertango – VIDEO
Pablo Veron Miglior Ballerino

Pablo Veron il Miglior Ballerino al Mondo – Journal Libération – Parigi 1997

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Mai mi sarei aspettata che un giorno di moltissimi anni dopo, il grande artista sarebbe venuto alla mia scuola per un seminario o che mi sarei ritrovata in pista in una milonga romana a ballare con lui da semplice uomo che accoglie tra le braccia una donna.

Pablo Veron,, protagonista, coreografo e attore del film “ The Tango Lesson” premiato come miglior film del Festival Internazionale del Cinema d’Argentina nel 1997 è stato definito “Il miglior ballerino del mondo” dal Journal Libération di Parigi.

Un Artista Poliedrico

Ma non tutti forse sanno che l’artista in questione oltre ad essere uno strepitoso ballerino è anche

–  un musicista: percussionista
–  un compositore: ha composto tutte le musiche del suo spettacolo “Millenium” spettacolo portato in scena su uno dei palcoscenici più prestigiosi d’Italia come quello di San Remo
–  un attore: in numerose produzioni teatrali e al cinema
–  un danzatore: un ballerino completo che da quando ha compiuto 3 anni ha cominciato a esplorare molteplici tipi di ballo. Si muove come “Fred Astair” ballando il tip tap ad occhi chiusi, balla salsa come un cubano, fa mosse di hip hop, modern e danza come se fosse una cosa innata. E lo è!

Ha ballato per esempio in spettacoli musicali come Cabaret e Sweet Charity, nonché in varie altre riviste di tap e tango o  nel film “Assassination Tango” di Robert Duval  o balla nel film “L’uomo che pianse” di Sally Potter, che aveva tra gli interpreti Johnny Depp, Cate Blanchett, John Turturro e Christina Ricci e in molti altri film importanti tra cui  “Un ultimo Tango” con Alejandra Gutty e Pancho Martinez Pey.

– un coreografo: ha coreografato films, spettacoli teatrali, ha vinto il Premio American Choreography for Outstanding Achievement in Motion Pictures nel 1998.

E’ stato anche coreografo nel Fous de Folies alle Folies Bergère di Parigi.

–  un Maestro di tango dalla preparazione, dalla ricchezza, dalla completezza e dalla generosità particolarmente sorprendenti.

Dal 2003 inizia un’intensa fase dedicata all’insegnamento del tango nei maggiori festival di tango del mondo.

Pablo Veron Ospite della Scuola Artetoiles

Oggi Pablo continua a ballare e coreografare in varie produzioni cinematografiche e teatrali e orgoglioso di condividere il suo talento e la sua esperienza, viaggia costantemente insegnando il Tango in tutto il mondo.

Pablo Veron è in Italia dal 14 aprile e si fermerà ancora fino a metà luglio 2018.

Sta dedicando il suo soggiorno a diffondere il suo metodo d’insegnamento attraverso dei Seminari speciali, recandosi in tutta la penisola e soprattutto a Roma, in diverse scuole della capitale e dove ho avuto l’onore di riceverlo anche alla mia scuola Artetoiles.

Pablo Veron è per me un Genio della Dinamica Naturale.

Tiene conto delle leggi naturali del corpo per tirare fuori come dal cilindro del cappello di un Mago delle sequenze meravigliose e innovative, mai costrette da abbracci troppo stretti, usando il corpo e le braccia in maniera più spontanea e creando una fluidità che non ha eguali!

Artetoiles Fabiana Fusaro Pablo Veron Mariano Navone

Pablo Veron Fabiana Fusaro Mariano Navone

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Una Milonga Romana

Vederlo ballare è davvero un piacere è un maestro all’avanguardia, generoso, attento, modesto, alla ricerca di nuove dinamiche così naturali da sembrare quasi semplici e per me che ho avuto il piacere di studiare con lui  è stato davvero stimolante.

Non guarda l’orologio mentre insegna, devi fermarlo o potrebbe continuare per ore … non si stanca mai.

La ricchezza e la completezza delle sue lezioni è sorprendente, tanto che in questi giorni gruppi di Maestri e ballerini già formati, si stanno organizzando per studiare con lui e non perdere le sue lezioni.

Si è esibito con Cecilia Capello in una milonga romana con l’organizzazione di Francesca Argentino, dopo alcuni anni di assenza lasciando tutti a bocca aperta per le sequenze innovative proposte e per la rapidità e la naturalezza dell’esecuzione, creando un gioco coreografico davvero unico.
Il passo a quattro poi ha lasciato tutti senza fiato…non si capiva dove iniziava un corpo e dove finiva l’altro, intrecci di gambe, scambi di coppia, braccia fuse e tolte con una coerenza coreografica che difficilmente ho visto.
Milonga Itinerante

Milonga Romana

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Un altro Maestro della Capitale Alex Cantarelli scrive della sua esibizione:

“Ieri sera in una milonga romana si esibiva Pablo Veron, con una bravissima partner, Cecilia Capello. La cosa fa notizia perchè Veron non si esibisce pressochè mai, forse partecipa a film e grandi show, ma non è solito esibirsi in una normale milonga

Il primo brano inizia improvvisamente ed è stellare. La gente trattiene il fiato e secondo me per buoni due minuti non respira. Balla con velocità e precisione sovrumana eseguendo variazioni bellissime.

Anni fa mi sono imbattuto in una personale dedicata a Picasso, io non ho un’adorazione per Picasso, ho appunto un “gusto” differente. Entrando in una sala, di sguincio mi è apparso l’Arlecchino.

E’ stata una sensazione strana. Certe opere hanno una potenza magnetica che ti attrae e in qualche misura ti turba. Non puoi restare indifferente. Come per la danza di Veron ieri sera.

E’ qualcosa di più del solito e del normale bellissimo che tanti professionisti ci offrono.
Come l’Arlecchino di Picasso, è l’opera stessa che ti chiama, supera le tue barriere e ti colpisce nel profondo.

In questa vertigine di senso, lo show di Veron procede, con cambi di stile, virtuosismi al limite del possibile, tutto è precipitato dentro la sua danza: il tap, i tempi delle danze latine, con un’ampiezza di gesti e precisione dinamica che credo sia impossibile trovare altrove.

Pablo mi dirà più tardi che tutte le sue esperienze extratango le sente riportate dentro l’alveo della tradizione e che questo per lui è un progresso e che sempre bisogna progredire.”

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale – Millenium Tango Project – VIDEO

Crescita Personale e di Formazione

Due allievi e assistenti della scuola, Mara e Flavio, che hanno partecipato ad un seminario tenutosi all’Artetoiles ad Aprile scrivono:

Aver partecipato a un seminario con Pablo Veron,  è stata una grande occasione di crescita personale e di formazione e averla potuta cogliere una grande fortuna. Ringrazio tanto Fabiana per averci dato questa opportunità.

Il Maestro ha la grande capacità di rendere tutto normale e naturale, tutto fattibile, quasi semplice nella realizzazione (nella testa è facile, poi nella pratica del corpo è un altro paio di maniche).

In 4 ore di grande intensità, ha rivoluzionato la nostra concezione e conoscienza del tango aggiungendo il quibus che viene spesso dimenticato e che rende questo ballo così meravigliosamente affascinante: la fluidità. Veron ha scardinato le rigide regole convenzionalmente assunte ai fini dell’insegnamento per farci tornare alle origini di questo meraviglioso e difficile ballo, nato nel popolo che al popolo ritorna. Da un abbracico rigido, dritto, pieno di regole di postura si passa alla morbidezza, alla naturalezza, alla normalità delle forme e dei movimenti. L’abbraccio è più largo, più morbido, la postura è più normale senza forzature nè costrizioni. I movimenti non sono più soltanto una sequenza di passi, ma diventano più fluidi come lo scorrere dell’acqua e le onde del mare.

La conoscenza delle regole ora non è più fine a se stessa, ma è fusa con la normalità e reinterpretata per rendere il tango il ballo scorrevole e morbido che vediamo nelle esibizioni di Pablo Veron stesso.

In questo contesto fluidificato e morbido si fa spazio appieno il sentimento (anch’esso essenza liquida) e il tutto diventa più coinvolgente.

Ci ha ricordato che l’importante è ballare con sentimento e le regole sono lo strumento per accogliere il sentimento e trasformarlo nella bellezza del ballo.

Mara

Chi balla tango sa che il percorso di ogni ballerino e ballerina segue un percorso preciso. Ai principianti si insegna che chiunque può ballare tango, che l’importante è sentire l’altro e la musica.

Da quel momento, superato il primo approccio, il percorso del ballerino e della ballerina si sviluppa su tre binari paralleli: tecnica, postura e musicalità. E così, affamati di miglioramenti, sviluppiamo la nostra abilità e senza nemmeno accorgercene la imbrigliamo dentro una figura, dentro una tanda, dentro un abbraccio meccanico e forzato. Più volte durante il mio percorso di ballerino mi sono perso dietro a questioni di centimetri. Letteralmente. Il braccio sinistro è 5 cm più giù o più su? Il piede è due gradi più aperto o più chiuso? La mano dietro la schiena della donna è 3 cm più a destra o a sinistra?

Le quattro ore di seminario di Pablo Veron di sabato pomeriggio hanno riportato al centro le priorità di questo bellissimo ballo. La sensibilità, la comodità e il trasporto. Veron ci ha insegnato che l’uomo per marcare un passo ad una donna deve stare comodo, rilassato, altrimenti la tensione si trasmette alla donna e quindi l’intero movimento di coppia viene compromesso. Ci ha insegnato che la donna non deve essere guidata in ogni suo passo, bensì lasciata libera di completare l’input dell’uomo, libera di accettare la sua proposta e portarla a compimento.

Ci ha insegnato che l’unico modo per ballare, Ballare sul serio – con la B maiuscola – è sentire l’altro. E l’unico modo per sentire è spogliarsi di quei dettami tecnici che rischiano di trasformare il ballo in un semplice insieme di passi. E lì, spogliati di tutto, nudi e abbracciati, si può Ballare su qualsiasi musica, dal tango salon al tango moderno.  Non c’è più limite.

Ovviamente la tecnica rimane importante, ma la sua funzione è quella di poter meglio trasmettere le sensazioni, non imbrigliarle. L’impianto tecnico senza il sentimento crolla. È significativo che la gran parte delle correzioni di postura di queste ore siano state per rilassare i muscoli, mai per irrigidirli.

In conclusione, in queste ore Veron ci ha ricordato che il tango è strettamente connesso con i nostri sentimenti più intimi: attrazione, repulsione, connessione, contrasto, dinamismo e bisogno di lasciarsi andare, ma soprattutto che deve essere – e tornare ad essere – una cosa naturale come camminare. Come respirare. Come Ballare.

Flavio

Film Assassination Tango Pablo Veron & Geraldine Rojas Tango Una Emocion

– VIDEO

Artetoiles Fabiana Fusaro Pablo Veron Mara Flavio Mariano Navone

Artetoiles con Pablo Veron

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Concludo con una mia piccola opinione:

Sono onorata di averlo conosciuto, di aver potuto studiare con lui, di averlo ospite alla mia scuola e di avere avuto l’opportunità di prender spunto dalle sue ricerche.

E come tutti i grandi della storia, una sera in milonga dopo una tanda, l’ho guardato negli occhi ringraziandolo di cuore e lui ha ricambiato guardandomi dritta negli occhi, i suoi occhi sinceri e profondi e ha risposto: “Grazie a te per essere stata tra le mie braccia”.

Artetoiles Via Nomentana 1018 Roma Nuova Sede

Artetoiles Via Nomentana 1018 Roma Nuova Sede

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Teatro IF

Teatro IF Art Space

Pablo Veron a Roma Un Genio della Dinamica Naturale

Seminario Speciale con Pablo Veron

MERCOLEDI 20 GIUGNO 2018

A seguire visione del film “Lezioni di Tango” a 20 anni dalla sua uscita presso il Teatro If di 50 posti adiacente alla Sala Danza

Ore 19:30- 20:30
livello principiante e secondo livello

Ore 20:30- 21:45
livello intermedio e avanzato

Piccolo Rinfresco nella hall

Ore 22:00 cinema in teatro e a seguire breve dibattito con la guest star Pablo Veron

Costo: 20 euro tutto compreso, special class, bevande e piccolo buffet freddo e cinema!!

Per agevolare un buon livello didattico è consigliata la partecipazione in coppia, le donne sole che vogliono comunque studiare si possono prenotare e dovranno attendere la conferma.

Si consiglia la prenotazione per tempo soprattutto per garantirsi il posto a sedere sulle comodissime poltrone in velluto rosso del teatro!
339-7429160 fabiana
333-9449790 francesca

ARTETOILES TANGO
VIA NOMENTANA 1018 ZONA ROMA NORD
Presso If Art Space.

Articoli Correlati

Artetoiles Accademia di Tango Roma Marchio e Logo Invert

Iscriviti alla nostraNewsletter

Iscriviti per tenerti informato sulle ultime novità e offerte di Artétoiles Stelle Dell'Arte.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest